Fandom

Claymore Italia Wiki

Jean

1 031pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments9 Condividi
Jean

Jean immagine.jpg

Jean.png

Jean volume 9.png

Jean risvegliata 1.JPG

Jean forma risvegliata.png

Jean immagine risvegliata.jpg

Nome Jean
Statistiche
Genere Femmina
Simbolo Jean simbolo.png
Rango

Numero 9

Tipo

Offensivo

Tecniche

Spada perforante

Stato Deceduta

Uccisa da Claire

Informazioni di alleanze
Ex-Affiliaz.

Organizzazione

Prime apparizioni
Manga

Scena 41

Anime Scena 15
Epoca

Generazione di Claire

Italiana Benedetta Ponticelli
Giapponese Kotono Mitsuishi
Immagini di Jean

Jean era la Claymore numero 9 della generazione di Claire. Strinse un forte legame di amicizia con la numero 47 dopo che quest'ultima la salvò dal risveglio forzato dalle torture di Riful dell'Ovest. In seguito partecipò alla Guerra del Nord insieme ad altre ventitré guerriere per fronteggiare i risvegliati di Easley del Nord ma durante lo scontro sacrificò la propria vita per saldare il suo debito con Claire, salvandola dal risveglio.

EtimologiaModifica

Il nome Jean ha origini ebraiche e significa "Dio è grazia" oppure anche "dono del Signore".

ApparenzaModifica

ClaymoreModifica

Come tutte le guerriere aveva i capelli biondi ma era una delle poche a tenere i capelli tirati all'indietro. Portava dei capelli corti con alcune piccole ciocche che cadevano sul volto. Aveva i caratteristici occhi d'argento e la classica uniforme da Claymore

Jean figura intera.jpg

RisvegliataModifica

Prima di risvegliarsi completamente all'interno del castello di Riful dell'Ovest, Jean aveva raggiunto lo stadio finale della sua trasformazione fisica. Il suo aspetto era mutato notevolmente e il risveglio aumentò le sue proporzioni fisiche al punto da renderla molto più alta di una qualsiasi guerriera, tuttavia mantenne le fattezza femminili.

Le parti che risaltavano di più del suo aspetto erano sicuramente le enormi ali che si erano generate dietro alla schiena, alle quali era completamente attaccata dalle spalle fino alle ginocchia. Le cosce erano invece attaccate da una parte che pur facendo parte della struttura posteriore, dava l'impressione di essere una lunga coda. Oltre ad alcune decorazioni sulle costole, sul petto e sul collo, si erano formate due lunghe corna che coprirono le orecchie e uno meno lungo che partiva dalla fronte.

PersonalitàModifica

La parte più caratteristica della personalità di Jean era sicuramente la sua forza di volontà senza eguali. Nonostante le torture incessanti di Riful e Dae, fu probabilmente l'unica guerriera ad assumere la propria forma risvegliata in tutti i suoi aspetti tranne in quello mentale, perché appunto Jean riuscì a mantenere la sua umanità ben salda. Altre sue caratteristiche erano la disciplina, la fedeltà e la serietà. Durante le sue apparizioni mantenne sempre un comportamento serio e rispettoso nei confronti di tutte le sue compagne indipendentemente dal loro rango e infatti non si preoccupò minimamente del numero di Claire. Non era carismatica e questo la portò al fallimento come leader durante la Guerra del Nord, ma nonostante ciò cercò di resistere fino alla fine pur di salvare le proprie compagne.

AbilitàModifica

Spada perforanteModifica

Jean era conosciuta per la sua particolare tecnica che le permetteva di torcere il proprio braccio fino a 21 volte e lo srotolamento avveniva molto velocemente così da permetterle di eseguire una stoccata micidiale. Anche per la resistentissima corazza di Duff venne distrutta e probabilmente fu l'unica guerriera ad averlo fatto.

Per utilizzare la sua tecnica era costretta a rilasciare più del 50% del suo Yoki e utilizzare il 20% della sua abilità del controllo dello Yoki. La Spada perforante fu appresa inseguito da Helen che riuscì ad utilizzarla anche senza rilasciare Yoki grazie alle sue braccia estendibili.

Eccezionale forza di volontàModifica

La sua forza d'animo era notevole tanto che il suo rifiuto di risvegliarsi la lasciò mentalmente umana anche se il suo corpo si era già trasformato a causa delle torture inferte dall'Abissale dell'Ovest.

Valutazione dell'OrganizzazioneModifica

Jean valutazioni.jpg
  Yoki B
  Agilità C
  Forza muscolare B+
  Spirito A+
  Percezione C
  Leadership C
  Braccio dominante Destro
  Altezza 1.75 cm
  Claymore Databook|Claymore Databook " 3 "
  Yoki
7/10
  Agilità
5/10
  Forza muscolare
8/10
  Spirito
10/10
  Percezione
5/10
  Leadership
5/10
  Media finale
66/100

Valutazione numerica*

BiografiaModifica

Spedizione sul Monte ZakolModifica

Guerriere sul monte Zakol cap 41.png
Jean Raquel Katia torturate nel castello di Riful e Duff.PNG

Jean fece la sua prima apparizione nel ruolo di leader di un gruppo di caccia diretto sul Monte Zakol, del fecero parte Katia, Raquel e una guerriera sconosciuta.La loro spedizione consisteva nell'eliminare un risvegliato presente nel castello abbandonato situato proprio sulla monagna. Intanto dalla sua stanza in un casolare ad Hanel, Claire vide l'intero gruppo partire per il Monte Zakol però Jean si accorse della sua presenza nella finestra ma dopo essersi voltata la numero 47 si era nascosta dietro le pareti e dunque non fece altro che ignorare la sua sensazione e continuare il suo cammino verso il castello. Una volta raggiunto non si accorsero di entrare nella "Bocca della Strega". Furono catturate da Riful dell'Ovest e il suo compagno Duff. Dopo che furono imprigionate e torturate, la guerriera sconosciuta del gruppo riuscì a scappare verso Hanel dove riuscì ad informare Claire di ciò che era successo al castello poco prima di morire.

Claymore jean manga.png

Intanto nella camera delle torture di Riful le tre guerriere rimanenti furono sottoposte a torture estreme da parte di Duff. Riful era alla ricerca di alleati per creare un esercito di risvegliati per combattere Easley del Nord e ammise di aver ucciso almeno 30 guerriere prima del loro arrivo, pur non essendo riuscita ad ottenere neanche un risveglio con successo. Nel frattempo Duff trafiggeva ogni singola guerriera con le sue aste per rendere per loro il risveglio necessario, ma successivamente Raquel morì a causa delle torture e non molto tempo dopo Katia si arrese e si risvegliò malgrado le preghiere di Jean, la quale assistette al decesso della sua compagna causato da Duff, che considerava katia troppo debole e in seguito la numero 9 fu nuovamente trafitta da Duff.

Ad un certo punto il risvegliato si allontanò dalla stanza in cui era imprigionata Jean a si dirisse verso l'ingresso dove si trovava Claire la cui presenza era dovuta alla sua intenzione di salvare le guerriere all'interno del castello. Duff si precipitò per eliminarla e in seguito anche Riful decise di osservare Claire e la seconda intrusa che altro non era che la numero 3 Galatea dato che la vita di Jean era ormai rivolta verso risveglio.

Jean che perfora Duff cap 48.jpg

Durante il combattimento contro Duff, Galatea spinse Claire ad andare a cercare Jean nelle stanze del castello poiché era l'unica che poteva avere un ruolo fondamentale nello scontro. Ad un certo punto Jean fu ritrovata da Claire in uno stato mentale ancora umano mentre il corpo si era quasi del tutto trasformato e il desiderio della numero 9 era quello di morire da essere umano. Claire rifiutò la richiesta della cifra singola e attraverso la sincronizzazione dello Yoki rese possibile il ritorno di Jean alla sua forma umana la quale diede a disposizione la propria vita alla sua salvatrice. Dopo la sua liberazione Jean poté affrontare insieme a Claire e Galatea il risvegliato ma prima di attaccare escogitarono un piano per eliminarlo in modo veloce e sicuro. Nonostante la mancanza di intelligenza di Duff quest'ultimo si rese conto in tempo del ruolo di Jean che aveva appunto il compito di trafiggerlo con la sua stoccata micidiale. Nel primo confronto Duff perse la mano sinistra ma le due guerriere, Claire e Jean, continuarono ad attaccarlo nonostante le ferite riportate e alla fine combinando la Spada fulminea della Numero 47 e la Spada perforante della numero 9 Duff venne trafitto in pieno petto e sconfitto. L'intervento di Riful impedì alle guerriere di ucciderlo e una volta colpita in un suo momento di distrazione da Claire, si trasformò nella sua forma risvegliata, distrusse il castello e prima di andarsene rese noto il nome dell'Abissale del Nord.

L'incontro con RaffaellaModifica

Dopo aver discusso con Jean, Galatea fece ritorno all'Organizzazione senza portare con se Claire la quale rimase al fianco della numero 9 in quelle che erano le rovine del castello di Riful. Diverso tempo dopo Jean continuò ad inseguire la dumero 47 ma ad un certo punto le due furono raggiunte da Raffaella e Rubel, che oltre ad informarle dei numerosi nuovi incarichi che erano stati assegnati alla numero 3 per aver trasgredito gli ordini dell'Organizzazione, furono invitate ad accettare la loro nuova missione che l'avrebbe portate nelle terre del nord, Alphonse.

Guerra del NordModifica

Deneve che ferma Jean davanti a Claire cap 50.jpg

Era una delle 24 guerriere inviate al nord per combattere contro un gruppo di risvegliati dopo la missione fallita della squadra di Eva. Raggiunse Pieta insieme a Claire e una volta arrivate, Helen accolse in modo brusco la Numero 47 provocando la reazione istintiva di Jean di bloccarla. Deneve che si trovava lì nello stesso momento intervenne in aiuto della numero 22 ma anche lei venne respinta con facilità. Nonostante queste piccole divergenze iniziali le tre risolsero la questione poco dopo.

In seguito si fecero presenti anche tutte le altre guerriere della spedizione e insieme a Veronica, Undine, Flora e Miria dovette assumere il ruolo di capitano di una squadra in quanto cifra singola. La squadra di Jean ideata da Miria era composta da Eliza (numero 17), Emelia (numero 27), Natalie (numero 37) e Diana (numero 44).

Prima battagliaModifica

Arti flessibili di Helen e spada perforante di Jean vs il risvegliato insettoide cap 53.png

La squadra di Jean fu sconfitta dal risvegliato insettoide comparso nella prima battaglia della Guerra del Nord. La colpa di tutto ciò venne attribuita a Jean dallo stesso risvegliato che accusò la leader di incapacità. In seguito il risvegliato venne attaccato anche da Veronica, Cinzia e Helen, dando la possibilità a Jean di preparare la sua tecnica. Mentre Veronica e Cinzia cercavano di distrarlo e Helen lo bloccava con i suoi arti flessibili, Jean terminò la preparazione della sua tecnica che utilizzò per amputare tutte le zampe inferiori del nemico così da renderlo vulnerabile a qualsiasi attacco. La numero numero 13 e la numero 14 lo raggiunsero a mezz'aria e posero fine alla sua vita.

Riunione a PietaModifica

Jean Eliza durante la riunione delle guerriere a Pieta.jpg

Dopo sette anni Clarice trovò le spade delle cadute al Nord e contandone soltanto 17 delle 24 guerriere che parteciparono alla guerra, decise di accertarsi dell'effettivo numero di spade per segnalare la questione all'Organizzazione. Nel frattempo Claire iniziò a ricordare l'ultima riunione a Pieta, alla quale era presente anche Jean che si trovava al fianco della sua compagna di squadra Eliza. Come tutte le guerriere ascoltò il piano di Miria che consisteva nell'assumere soltanto la metà di una pillola per la soppressione dello Yoki prima della seconda battaglia, così da poter permettere alle guerriere di inscenare la propria morte nel caso in cui avessero perso conoscenza durante lo scontro. Alle sopravvissute invece venne affidato il compito di seppellire le cadute e di nascondersi tra le montagne di Alphonse.
In conclusione, Flora alzò la propria spada e chiese a tutte le guerriere che sarebbero sopravvissute di prendere con se le anime di quelle che sarebbero decedute, e infine, tutte le Claymore compresa Jean incrociarono le spade nella speranza di una buona riuscita del piano.

Seconda battagliaModifica

Jean vs riccardo.jpg

La squadra di Jean partecipò attivamente anche alla seconda battaglia in particolare contro un risvegliato dalla forma umanoide. Anche in questa occasione Jean utilizzò la sua stoccata con la quale strappò gran parte del busto del risvegliato, e in seguito la sua testa venne ritrovata staccata dal corpo da Riccardo. Jean venne poi presa di mira dall'ex numero 2 dell'era dei maschi in quanto leader di una squadra e venne ferita mortalmente dopo la morte di Veronica e Undine.

La morte - Versione MangaModifica
Jean mentre muore tra le braccia di Claire cap 60.png
Claire nuovamente umana con accanto i lcadavere di Jean cap 60.png

Dopo che Claire uccise Riccardo con il risveglio dei propri arti, la guerriera perse il controllo del proprio corpo che continuò a rilasciare Yoki fino a condurla al risveglio completo. Nonostante le sue condizioni fisiche disperate, Jean impedì ad Helen di ucciderla e senza pensarci due volte si avvicinò a Claire per evitare che si risvegliasse completamente. Utilizzò la sincronizzazione dello Yoki proprio come fece con lei la numero 47 nel castello sul Monte Zakol quando Jean era in procinto di risvegliarsi.

La sincronizzazione fece ritornare completamente umana Claire ma Jean, a causa delle ferite riportate dai continui attacchi incontrollati della compagna, perse la vita proprio pochi istanti dopo e non diede il tempo alla numero 47 di ringraziarla. Venne poi sepolta nel cimitero di Alphonse

La morte - Versione AnimeModifica
Claymore clare jean.jpg
Tomba di Jean nell'anime.jpg

Dopo la morte di Riccardo sempre provocata da Claire, quest'ultima spinta dal desiderio di vendetta nei confronti di Priscilla cercò di raggiungerla nel vulcano in cui aveva percepito la sua presenza. Vedendo la perdita di controllo della compagna e con l'aiuto di Raki che aveva raggiunto Pieta completamente da solo, Jean cercò di raggiungerla nonostante la sua grave ferite sull'addome. I due raggiunsero Claire prima che quest'ultima uccidesse Priscilla e in seguito Jean cercò attraverso la sincronizzazione dello Yoki di fermare il suo risveglio e di farla ritornare umana.

Anche in questa versione Jean subito dopo la sincronizzazione ma a differenza del manga venne sepolta nelle vicinanze del vulcano.

Dopo sette anniModifica

Ultima apparizioneModifica

Jean cap 92.png

Jean fece una apparizione post morte durante l'ingresso di Claire nella coscienza di Raffaella, quando quest'ultima si trovava in procinto di risvegliarsi insieme a Luisella all'interno del castello di Riful. Claire infatti non si rese conto di quello che stava accadendo e improvvisamente si ritrovò nella stessa situazione di sette anni prima durante la quale, mentre era in compagnia di Jean, incontrò per la prima volta Raffaella.

Tutto ciò faceva parte di un suo ricordo collegato al suo unico incontro con Raffaella ed essendosi intrufolata nella sua coscienza aveva scosso la sua quiete e aveva ricreato ciò che aveva visto, compresa la numero 9 Jean che per brevi istanti venne mostrata dietro a Claire.

RelazioniModifica

Jean nella Guerra del Nord.jpg

ClaireModifica

  • Dato che Claire la salvò dal risveglio, e di conseguenza dalla morte che desiderava più di ogni cosa purché avvenisse prima di risvegliarsi, Jean era convinta che le dovesse pagare questo debito in ogni modo possibile. Seguì fedelmente Claire in ogni sua scelta, anche se quest'ultima inizialmente non voleva tra i piedi, ma infine le due strinsero un forte legame di amicizia. Dopo che Jean pagò il suo debito sacrificandosi affinché Claire evitasse di risvegliarsi completamente, in quest'ultima si formò un blocco mentale che si impose inconsciamente da sola, e che le impedì dopo i sette anni di risvegliarsi come era avvenuto nello scontro contro Riccardo.

Helen e DeneveModifica

  • Inizialmente Jean rimase sconvolta dall'atteggiamento di Helen nei confronti di Claire, specialmente per la tipologia di saluto adottata da Helen per salutare una vecchia amica con un finto attacco, ma la numero 9 non conoscendo il tipo di legame che c'era tra le due preparò un attacco in difesa della numero 47. Tuttavia, ciò fu impedito da Deneve che riteneva esagerata la reazione di Jean, ma successivamente scusandosi per l'atteggiamento poco delicato della numero 22. Comunque, espressero le loro scuse reciprocamente, e da allora non ci furono liti qualcosa del genere. Invece, Deneve si congratulò con Jean di avere una personalità così gentile nei confronti di altre Claymore, mentre Helen non capiva il motivo per cui Jean continuava a seguire Claire dappertutto nonostante fosse una cifra singola, mentre Claire la numero 47.

GalateaModifica

  • Pare che Jean conoscesse Galatea, dato che quest'ultima conosceva la personalità della numero 9 e del suo disprezzo per il risveglio, confermando a Claire, all'interno del castello di Riful sul Monte Zakol, che avrebbe preferito essere uccisa ancora da umana anzichè da risvegliata.

Vedi ancheModifica

Doppiatori del personaggio nell'anime di Claymore
Collegamenti con la Guerra del Nord
I risvegliati di Easley (clicca le immagini per visualizzare le pagine)
Avvenimenti
Squadra antecedente alla Guerra del Nord
Apparizioni Anime
Apparizioni Manga

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso