FANDOM


Octavia cavallo selvaggio

Incontro con Octavia (Claymore).jpg

Octavia busto da risvegliata.png

Octavia nel capitolo 139 (1).jpg

Nome Octavia
Alias

Octavia cavallo selvaggio

Kanji

沛艾 の オクタビア

Statistiche
Genere Femmina
Rango

Numero 2

Stato Risvegliata - Deceduta
Informazioni di alleanze
Città

Dall'Ovest (Dopo il risveglio)

Affiliazioni

Veterani
Sette fantasmi

Ex-Affiliaz.

Organizzazione

Prime apparizioni
Manga

Scena 128

Anime Nessuna
Epoca

Generazione sconosciuta
Generazione di Clarice

Immagini di Octavia

Octavia era la Claymore n ° 2 della sua generazione, prima che diventasse una risvegliata. Durante la sua vita, era conosciuta come Octavia cavallo selvaggio (沛艾 の オクタビア, Haigai non Okutabia), probabilemnte assunse il suo soprannome solo dopo il suo risveglio, che rispecchiava la figura di un cavallo.

Faceva parte del gruppo di risvegliati, ex guerrieri da una sola cifra riuniti fuori Rabona a testimoniare la potenza dell'essere che supera quella degli Abissali, e fu una dei 9 veterani che riuscirono a sopravvivere all'attacco di Priscilla dopo la sua liberazione.

EtimologiaModifica

Il nome Octavia ha origine latina e significa "ottavo" o "otto".

ApparenzaModifica

UmanaModifica

Nella sua forma umana, Octavia sembrò essere una giovane donna con i capelli lunghi sciolti e lisci, con una frangetta corta volta verso sinistra. Aveva un'unica treccia che deriva da appena sopra un orecchio, che poi posizionò intorno alla parte posteriore della testa prima di sparire sopra l'altro orecchio. Indossava due abiti, una cintura che la circondava due volte e abbastanza larga, e un paio di scarpe simili ai sandali romani.

RisvegliataModifica

Da risvegliata, la ex numero 2 rispecchiava il soprannome che deteneva, nonchè di Octavia cavallo selvaggio, appunto perchè effetivamente la sua forma da risvegliata ricordava quella di un cavallo con una maschera sul muso, una criniera disordinata e due code che potevano raggiungere il suolo.Nel retro della figura, appariva il torso umanoide di Octavia, molto simile a Cassandra, e con i capelli che si attaccavano al corpo del cavallo. I capelli di Octavia erano lunghi e mossi, molto scuri e nella copertina del capitolo 139 apparvero di colore marrone, idem gli occhi.

PersonalitàModifica

Sulla base di ciò che ha mostrato volgendosi in modo allegro con i fantasmi, sembrava essere una ragazza gioiosa, però quando fu attaccata da Priscilla cambiò completamente espressione del volto. Fece modo di far conoscere il suo lato strategico e ingegnoso, durante il combattimento con Cassandra, arrivando alla conclusione che ciò che bisognava colpire, non erano tanto meno le teste che rigenerava, bensì il suo corpo che non risentiva le perdite delle teste subite.

AbilitàModifica

Miria disse che le abilità di Octavia e degli altri veterani, erano sopra la media, probabilmente perchè cifre singole, descrivendo di conseguenza la ex numero 2 Octavia, un'avversaria rischiosa da affrontare. Inizialmente, Octavia non si risvegliò completamente e quando fu attaccata da Priscilla alla testa, si liberò dividendo il suo corpo orizzontalmente, evitando di conseguenza quelli successivi.

RisvegliataModifica

Attacco di Octavia nella forma risvegliata.png

Da risvegliata, Octavia era capace di trasformare le parti del suo corpo in nastri, e come Riful utilizzava questa abilità anche per non essere ferita mortalmente. Fu vista trasformare il suo braccio destro in quattro filamenti allungabili che poteva utilizzare come delle fruste, sia per attaccare che per bloccare gli avversari come nel caso di Cassandra.

Abilità di Octavia risvegliata.jpg

Quando quest'ultima utilizzò la Mangia polvere, Octavia riuscì grazie alla sua velocità a schivare quel devastante attacco che sconfisse gran parte del suo gruppo, ma lei successivamente rigenerò immediatamente le estremità delle zampe amputate.

Pare che fosse in grado di vivere anche con la testa staccata dal corpo dopo essere stata decapitata da Priscilla.

BiografiaModifica

Il passato di Octavia rimase del tutto sconosciuto ma durante la sua prima apparizione fu riconosciuta subito da Miria, la quale dopo aver lasciato la risvegliata disse alle compagne che probabilmente fosse la Claymore n° 2 della sua generazione, conosciuta come Octavia cavallo selvaggio. Successivamente dopo il risveglio riuscì a sopravvivere fino a quel periodo grazie alla sua forza.

Spettatrice dell'eventoModifica

Articolo principale : Risvegliati fuori dalle mura di Rabona

Giunse dall'Ovest per testimoniare la potenza dell'essere che superava quella degli Abissali, e mentre aspettava ansiosa qualcosa di interessante riguardo ad esso, fu raggiunta dal gruppo dei Sette fantasmi e Raki, e all'invitò da parte di quest'ultimo di aggiungersi al suo gruppo se diretta anche lei a Rabona, la veterana rispose che preferiva restare dov'era poiché in città tutti gli abitanti, tranne alcune truppe di soldati, evacuarono la città giorni prima, e che fossero presenti alcune guerriere.

Però come il resto dei Sette fantasmi fu raggiunta da Chronos accompagnato da Lars, che per spiegare la motivazione che spinse Octavia e gli altri risvegliati a riunirsi fuori Rabona, disse che la loro presenza era dovuta alla curiosità dopo la comparsa di un essere che superava in forza gli abissali e dal quale si aspettavano un grande spettacolo. Tuttavia in caso di pericolo sarebbero scappati utilizzando le loro abilità e come misura precauzionale si posizionarono ad una distanza di sicurezza. Ciò che spinse Octavia a raggiungere Rabona, come aggiunse Chronos, fu probabilmente anche la presenza delle guerriere che avevano distrutto l'Organizzazione e che dopo la rottura dell'equilibro di forza degli Abissali, cercava come gli altri risvegliati di acquisire più informazioni possibili per la propria sopravvivenza.

Durante la notte, l'aumento di velocità di Cassandra venne percepito dall'intero gruppo di risvegliati.

La liberazione di Priscilla e ClaireModifica

L'abilita rigenerativa di Octavia.png

Il giorno dopo, quando i Sette fantasmi riuscirono a liberare Claire dalla massa del Distruttore, ma la conseguenza di questo gesto fu anche la liberazione di Priscilla, dalla quale fu attaccata subito dopo, e tra i risvegliati attaccati fu una dei pochi ad essere stata colpita alla testa, ma nonostante ciò utilizzò le sue abilità da risvegliata e si rigenerò in fretta, dandosi poi alla fuga. Di conseguenza, fu una delle 9 veterane che riuscirono a fuggire senza subire degli infortuni e si allontanò dal luogo in cui era spettatrice come gli altri 8 sopravvissuti.

Successivamente fu raggiunta da Chronos e Lars che riunirono le altre sopravvissute, alle quali riferirono il piano di Miria, nonchè di aiutarle a fermare Cassandra dall'essere assorbita da Priscilla. Tuttavia, come gli altri risvegliati avvertì l'energia di un altro essere fortissimo che Chronos tentò di identificare come L'Abissale Riful dell'Ovest.

Quando la creatura misteriosa raggiunse il campo di battaglia difronte a Priscilla con una forma umana, e mostrò una forza straordinaria che riuscì a impressionare Octavia, Chronos e Lars, e quando ne fu il momento, si precipitò insieme alle altre 6 donne da Claire, Miria, Deneve e Helen che lottavano contro Cassandra, lasciando Chronos e Lars a guardare lo scontro tra Priscilla e la misteriosa creatura, dando inizio ad un combattimento con l'ultima abissale rimasta, e prendendo il comando della squadra di risvegliate.

Combattimento contro CassandraModifica

Articolo principale:Gruppo delle sette sopravvissute all'attacco di Priscilla
Octavia risvegliata contro Cassandra.png

Dopo il suo arrivo insieme alle altre sopravvissute dall'attacco di Priscilla, fu subito attaccata da una delle teste generate dall'Abissale, ma riuscì a schivare in tempo, e successivamente decise di osservare Cassandra per scoprire il suo punto debole. Tuttavia, notò che Cassandra non soffrisse per la perdita delle teste che generava in continuazione, allora inizialmente chiese scusa ai Sette fantasmi per aver considerate delle incapaci e poi si risvegliò. Dopo essersi trasformata fece un attacco diretto al corpo dell'Abissale con le sue braccia traformate in fruste ma senza successo,

Poco dopo, si riunì insieme alle altre risvegliate trasformate attorno a Cassandra, con l'intento di puntare al suo corpo principale.

Octavia colpita da Cassandra.png

Tuttavia, l'Abissale si rigenerò presto le ferite inferte dalle veterane, e davanti agli occhi increduli delle presenti si alzò in piedi, e dopo aver trasformato l'unica parte ancora somigliante alla sua forma umana in quella di Priscilla da risvegliata, fu attaccata allora dalla piccola veterana che puntò nuovamente alla parte inferiore della gamba sinistra per farla precipitare al suolo, ma senza successo, perchè Cassandra si rigenerò immediatamente ed utilizzò la Mangia polvere nella sua forma da risvegliata.

Tutte le veterane presenti perirono all'attacco devastante dell'Abissale che assunse l'aspetto di Priscilla, tranne Octavia che riuscì a schivare il corpo non subendo conseguenze morali, ma perdendo comunque parte degli arti inferiori che rigenerò in fretta. Tuttavia, anche Europa e un'altra veterana riuscirono a sopravvivere, e dopo di ciò giunsero i due risvegliati maschi Chronos e Lars, con i quali formò un nuovo gruppo affinchè l'Abissale perisse definitivamente.

Articolo principale:Gruppo dei cinque veterani sopravvissuti

I due nuovi arrivati si trasformarono nelle loro rispettive forme da risvegliati e indussero anche a Europa trasformarsi dopo averla smascherata. Iniziò di conseguenza un nuovo combattimento che vedeva questi cinque potentissimi risvegliati, che secondo Miria erano certamente i più forti del continente.

Octavia continuò ad attaccare con le fruste prodotte dalle proprie braccia e bloccò il tentantivo di Cassandra di riutilizzare la sua Mangia polvere legandole il corpo con i propri tentacoli. Quando sembrava che tutto stesse andando per il verso giusto grazie all'intervento di Claire con la Spada fulminea che portò Cassandra a riacquistare la sua coscienza, quest'ultima iniziò ad attaccare tutti i veterani con dei movimenti imprevedibili, contro i quali Octavia risultava essere troppo lenta per riuscere a bloccarli. Il peso della battaglia aumentò quando Europa decise di lasciare il campo di battaglia per dirigersi verso la città santa per divorarne gli abitanti, ma Octavia come gli altri veterani si ritrovò in difficoltà soprattutto per via di uno stile di combattimento adoperato da Cassandra incentrato sulla velocità, per la quale sopperì la veterana corazzata.

Successivamente Cassandra diventò ancora più forte dopo essersi accorta che la situazione che stava vivendo era simile a quella che visse per l'ultima volta durante la sua epoca, e di conseguenza capì che doveva lottare con tutta se stessa. A quel punto fu attaccato e ucciso Lars, e ciò portò la veterana a fare una sceltà cioè quella di seguire il piano ideato dai Sette fantasmi, che consisteva nel far combattere Cassandra contro Priscilla. Pur ammettendo che Europa scappando avesse avuto una buona intuizione, Octavia continuò a stare al fianco dei Sette fantasmi.

L'ultimo combattimentoModifica

L'assorbimentoModifica

A Octavia e Chronos fu lasciato il compito di attaccare Cassandra mentre questa si dirigeva verso Priscilla, i Sette fantasmi invece li hanno anticipati e stavano già combattendo contro Priscilla quando Octavià arrivò, ma nonostante gli attacchi combianti di tutte le presenti Priscilla sembrava essere invincibile: la rigenerazione è quasi instantanea anche nel caso in cui dovesse perdere più arti del corpo o perfino metà corpo dalla vita in più in un'occasione, il piano ideato da Miria di distrarla attaccandola incessantemente per poi far sferrare il colpo di grazia da Tabitha, non rilevabile grazie allo Yoki ancora sopresso, finisce in tragedia: Tabitha viene tagliata in tre pezzi e giace morente sul campo di battaglia, la cosa invece di essere un problema si trasforma in un opportunità per Claire che su tutte le furie attacca Priscilla rilasicando molto Yoki nello stesso istante Raki ferisce Priscilla infilzandole una spada nel collo dando a Claire quell'istante di vantaggio alla Spada fulminea per colpire e fare a pezzi l'odiata nemica, tutti tirano un respiro di sollievo ma impovvisamente Tabitha prima di morire avvisa tutti che lei è ancora in vita, Claire va a cercarla e la trova ma viene lanciata lontano ormai al limite delle sue capacità, Cassandra è stata assorbita e quando tentato di attaccare anche Octavia e Chronos vengono a loro volta assorbiti da Priscilla solo il ritorno di Teresa, che riesce a convincere Cassandra ad abbandonare Priscilla, da loro coraggio per ribellarsi a loro volta finendo inevitalbimente per morire.

Vedi ancheModifica

Risvegliati coinvolti nell'attacco di Priscilla e il Distruttore
Collegamenti
Profili dei risvegliati
Apparizioni nel Manga

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale